Tutto sul baseball: uno sport che arriva da lontano

gioco del baseball

La data di nascita del gioco del baseball è assai incerta, probabilmente venne praticato per la prima volta in Nord America intorno alla metà del Settecento. Le regole del baseball che tuttora sono in vigore vennero stabilite nel 1839 dalla prima società organizzata: il New York City’s Knickerbockers Club. In Italia il baseball venne praticato già alla fine dell’Ottocento, anche se i primi campionati nazionali vennero costituiti nel secondo dopoguerra. La FIBS – Federazione Italiana Baseball e Softball – venne fondata nel 1948 a Nettuno dal principe Steno Borghese.

Le regole del baseball

Il baseball è uno sport di squadra che vede la partecipazione di 18 giocatori in tutto – ovvero 9 per squadra – che si affrontano per 9 inning senza limiti di tempo. Se la partita, dopo i 9 inning, dovesse terminare con un pareggio, si proseguirebbe ad oltranza. Durante la partita, che viene giocata in un campo all’aperto, le due squadre si alternano nella fase di attacco e di difesa. Il campo da gioco, comunemente rappresentato come un quarto di cerchio, è delimitato da due linee perpendicolari chiamate linee di foul. Il campo interno, comunemente chiamato diamante, è costituito da un quadrato ai cui vertici vi sono poste le basi. Il gioco si svolge in questo modo: la squadra che difende mette in campo un lanciatore che tira la palla verso il battitore (giocatore della squadra che attacca), quest’ultimo deve cercare di colpirla con la mazza per poter poi avanzare sulle quattro basi in senso antiorario per poi tornare al punto di partenza. Se riesce a terminare il giro senza essere eliminato la sua squadra segnerà un punto. La squadra in difesa cerca di impedire tutto questo, e lo può fare in due modi: afferrando al volo la palla ribattuta, oppure facendo giungere la palla ad una base prima che arrivi il battitore. Entrambe le squadre sono tenute ad indossare una divisa così composta: casacca a maniche corte con sottomaglia a maniche lunghe, pantaloni lunghi con cintura, calzettoni, cappellino e scarpe con tacchetti e lamette chiamate “spike”. Tutti i giocatori della squadra che difende devono inoltre indossare un guanto in pelle, solo il ricevitore deve anche indossare la maschera protettiva, la pettorina e gli schinieri. Il battitore va a battere con la mazza di legno e il caschetto, quest’ultimo elemento deve essere indossato anche dai corridori.

Le scommesse sul baseball

Con i bookmaker autorizzati e legali puoi divertirti a fare una scommessa puntando sul campionato italiano e sui campionati esteri di baseball. Ecco le possibilità:

  • Testa a testa: bisogna pronosticare quale delle due squadre si aggiudicherà la vittoria al termine del match.
  • Testa a testa con handicap: la squadra data per favorita partirà con un handicap prestabilito di punti (-1, -2, ecc.), tenendo conto di questo handicap si deve pronosticare quale delle due formazioni vincerà la partita.
  • Under/Over: bisogna pronosticare se il numero totale dei punti realizzati da entrambe le formazioni è inferiore (under) o superiore (over) ad un limite prestabilito.
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

---