Pulizia dei denti: quando e come farla

pulizia-dei-denti

La pulizia dei denti è un’operazione indispensabile per la saluta della nostra bocca: un’igiene accurata aiuta infatti a prevenire carie ed insorgere di problematiche maggiori. La stessa parola “igiene” implica una partecipazione personale e, per curare al meglio la bocca, sono necessarie una serie di operazioni quotidiane a cui si somma quella periodica del dentista.

Partiamo proprio da quest’ultima: quando fare la pulizia dei denti? La risposta è semplice, anche se non valida per tutti. I dentisti consigliano di farla 2 volte l’anno. Questa frequenza può essere valida per la maggior parte della platea dei pazienti. In alcuni casi si può rendere una necessaria una frequenza maggiore, oppure la pulizia può essere ridotta ad una ogni 12 mesi.

Perchè ricorrere ad un dentista professionista – consigliamo a chi è alla ricerca di un dentista a Napoli lo studio Lukacs – ? Pulire i denti in maniera accurata è un’operazione che necessita l’intervento di un esperto: il dentista infatti mette a disposizione dei propri pazienti l’esperienza, la competenza ed una serie di strumenti tecnici che consentono un’ablazione del tartaro più profonda e completa rispetto a quelli che possiamo utilizzare a casa. Il dentista infatti si serve di strumenti ad ultrasuoni grazie ai quali il tartaro viene bombardato e rimosso. A completare l’operazione di sono una particolare gomma, una pasta abrasiva con effetto esterno ed interno che, oltre a completare la pulizia dei denti, ne operano anche lo sbiancamento.

Una seduta di pulizia dal dentista dura circa 30-45 minuti ed ha un costo medio variabile da €50 a €120 circa, salvo imprevisti. La procedura è piuttosto standard e prevede l’emissione di ultrasuoni da parte di un apparecchio apposito che serve per frantumare il tartaro; il secondo passaggio è la fase di levigatura della superficie dentale a cui segue alla lucidatura. Fra la prima e la seconda fase si può rendere necessaria una supplementare pulizia con l’air flow: si emette acqua e bicarbonato di sodio ad alta pressione che pulisce ulteriormente i denti, procedendo a sbiancarli nei casi in cui il paziente assuma troppo caffè o fumi.

Come detto la pulizia dei denti da parte di un dentista è solo uno dei processi di igiene dentale, che deve essere effettuata quotidianamente da tutti noi. L’igiene della bocca viene salvaguardata lavandosi i denti tre volte al giorno dopo i pasti, utilizzando in maniera efficace e continuativa il filo interdentale, che rimuove adeguatamente i residui di cibo, e il colluttorio che svolge un’azione antibatterica, antisettica ed aiuta a prevenire la formazione della placca.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

---