Partecipazioni di nozze: istruzioni per l’uso

partecipazioni-di-nozze

Quando si organizza un matrimonio, ci sono degli elementi che hanno priorità ed attenzione indiscussa, come la scelta dell’abito, delle scarpe, dell’acconciatura, del ristorante, delle bomboniere, del viaggio di nozze e del menù. Mentre più raramente si dedica la stessa attenzione alle partecipazioni di nozze, spesso sottovalutate e considerate come un elemento vecchio, noioso e addirittura inutile.

Gli inviti invece, al pari di tutti gli altri elementi prima citati, richiedono una grande cura ed attenzione, poiché è proprio nei dettagli che risiede la vera eleganza. Essi preannunciano in un certo senso quello che bisognerà attendersi il giorno delle nozze vero e proprio, e trasmettere allo stesso tempo, il carattere dei due sposi, rispecchiarne in parte le caratteristiche.

E dal momento che attorno al tema delle partecipazioni per il matrimonio ruotano non pochi dubbi, vediamo di chiarire gli aspetti principali a riguardo.

Quando vanno spedite?

La regola dice che le partecipazioni vanno spedite tre mesi prima del matrimonio, oltre ovviamente ad informare a voce gli invitati, in modo che possano organizzarsi ed eventualmente tenersi liberi per quella data.

La formula di annunciazione

Spesso ci si chiede chi è che debba annunciare il matrimonio. La formula classica prevede che a farlo siano i genitori dei due sposi, ma è una formula che ormai non si utilizza più, soprattutto se si tiene conto che spesso si tratta di coppie che hanno già convissuto per periodi più o meno lunghi. Quindi in genere l’annuncio viene fatto dagli sposi stessi.

Gli indirizzi

Gli indirizzi vanno scritti a mano e il nome che andrete a scrivere sulla busta sarà il nome di colui che verrà effettivamente invitato, fate attenzione quindi ad eventuali equivoci. Inoltre, è sconsigliato scrivere le sigle delle professioni relative ai vari ospiti, ma limitarsi ad un “Gentilissimo Sig. x”

Partecipazioni e inviti

Le partecipazioni di nozze e gli inviti sono due cose diverse. La partecipazione è un invito non solo alla festa ma anche alla funzione, mentre l’invito è riservato solo al banchetto nuziale. E’ possibile spedire una partecipazione senza invito.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

---