Materassi Mondorelax

mondorelax-logo

Il riposo è uno dei momenti fondamentali della nostra vita. Trascorriamo circa un terzo della nostra giornata proprio a letto sperando, troppo spesso, di riposare adeguatamente e garantirci l’energia necessaria ad affrontare la quotidianità.

Troppo spesso, infatti, il corretto riposo resta solo una flebile speranza, perché ancora oggi si dà poca importanza agli strumenti del riposo: materasso, rete e cuscini.

Quanti hanno acquistato il proprio materasso decenni fa, ossia al momento dell’acquisto dell’arredamento di casa?

D’allora sono passati magari vent’anni e il materasso, e con esso la rete che lo sostiene, è divenuto una grossa vallata, piena di bozzi, in cui è possibile scorgere la sagoma del nostro corpo. Bene, questo non dovrebbe accadere..

Non dovrebbe accadere perché, con gli anni, tutti quei bozzi, quegli avvallamenti impediscono che il nostro corpo riposi adeguatamente. Ogni notte, per circa 8 ore, questi comprimono nervi e vasi sanguigni, riducendo la qualità della circolazione, causano nel tempo problemi alla colonna vertebrale e contribuiscono ai famigerati dolori alla zona cervicale e lombare.

Al contrario un buon materasso, sostenuto a sua volta da un’ottima rete, garantisce un riposo corretto, sostiene la colonna vertebrale e favorisce una buona circolazione sanguigna in qualsiasi posizione siamo abituati a riposare.

Esistono in commercio diverse tipologie di materasso, studiate per garantire un ottimo riposo a chiunque: in lattice, a molle o in memory foam, con 3, 5 o 7 zone a portanza differenziata, termosensibili, biologici…

Quale scegliere?

Possiamo decidere di scegliere un materasso che unisca tutti i materiali in un unico modello, come quello proposto dalla statunitense Casper (attualmente a lavoro per aprire il suo mercato anche in Europa) o affidarci ad aziende che offrono diverse soluzioni, tra cui l’italianissima MondoRelax.

L’aspetto principale è, comunque, la qualità dei materiali e del prodotto finito, a garanzia della longevità e la robustezza anche dopo anni di sollecitazioni ed utilizzo del materasso.

In base alle vostre abitudini di riposo, la scelta di un materasso a molle o di un materasso in memory foam, non dovrebbe risultare difficoltosa. Affidarsi a consulenti che siano in grado di illustrarvi i vantaggi e gli svantaggi delle diverse tipologie di materassi in commercio, potrebbe facilitarvi nella scelta.

Ecco, comunque, alcune informazioni sommarie che, speriamo, possano contribuire in qualche modo a chiarirvi alcuni dubbi:

Iniziamo dal più famoso, il materasso in memory foam.

Questi materassi, che vanno ormai per la maggiore, sono realizzati con strati di schiuma di diverse densità ed offrono un ottimale sostegno al corpo, grazie al fatto che si adattano perfettamente alla forma appoggiata, ed evitano in tal modo pressioni su alcune zone. Sono generalmente termosensibili, perciò grazie al calore tendono ad ammorbidirsi e quindi ad accompagnare meglio le posizioni acquisite durante il sonno.

Il materasso in lattice

Può essere considerato il precursore del memory foam, ma continua ad essere scelto da molti consumatori per alcuni suoi innegabili vantaggi. Innanzitutto il sostegno che è in grado di offrire e la sua maggiore rigidità, che pur adattandosi perfettamente alla forma appoggiata su di esso, ne sostiene la struttura con una spinta inversa, favorendo il sonno soprattutto a chi soffre di dolori articolari.

Il materasso a molle

E’ certamente il più classico dei materassi, ma la sua evoluzione negli anni, ha fatto sì che mutasse in modo sostanziale il concetto che sta alla base della sua produzione.

Gli ultimi modelli di materasso a molle, difatti, offrono un comfort di gran lunga superiore a quelli classici. Le molle indipendenti insacchettate, ossia divise singolarmente mediante rivestimenti in tessuto, garantiscono un notevole miglioramento del riposo, essendo in grado di accompagnare la forma appoggiata in modo ottimale e senza pressioni. Spesso si completano con rivestimenti superficiali in lattice o memory foam, in modo da ottimizzare il riposo mediante una maggiore ergonomia.

Non mancano, comunque, modelli ibridi che seppur più costosi, sono in grado di assicurare i vantaggi delle diverse soluzioni.

Non vi resta che scegliere il modello che più si addice alle vostre esigenze e con la speranza di aver chiarito alcuni dubbi, vi auguriamo un buon riposo.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

---